Fine del viaggio verso Sud

Martedi 26.01 Dopo alcuni giorni fermi, a tardo pomeriggio ci spostiamo nel vicino camping, in quanto necessitiamo di acqua e scarichi vari.
Mercoledi mattina cerchiamo altri supermarket in Dakhla. Ne troviamo uno abbastanza fornito anche se piccolo; ha persino i savoiardi (per il Tiramisù) e i pelati (per la Pizza). Altro rifornimento al Mercato coperto municipale di pesce, verdura e pasticcini (favolosi).
Ritorno al posto dei giorni prima.

Venerdi 29.01 Durante una passeggiata Nicol viene aggredita da tre cani probabilmente randagi. Tre belle e profonde morsicature nel sedere. La disinfettiamo bene e speriamo che non si infettino.

Nei giorni successivi, continuiamo a pulirla con Betadine e soluzione fisiologica sterile, ma sembra andare tutto bene. Applichiamo anche un po‘ di pomata antibiotica e antiinfiammatoria.

Martedi 02.02 Ci muoviamo per Dakhla per fare una spesa generale. Alla farmacia acquistiamo anche prodotti per medicare Nicol e un antibiotico orale.
Chiediamo anche alla Suretè Nationale per il rinnovo del visto di soggiorno, ma si può fare solo 1 settimana prima della scadenza dei 90 giorni. Ritorneremo quando faremo a ritroso il percorso.

Pernottamento nel solito camping per rifornirci d‘ acqua e pulire la cassetta WC.
Domani riprenderemo la nostra eplorazione della costa.

Mercoledi 03.02 Purtroppo una delle ferite di Nicol spurga abbondantemente. Ripartiamo, dopo il rifornimento d‘ acqua con sgradevole discussione con un francese poco amichevole.
Facciamo diesel (4,26 Dh/litro !!!!!! fantastico) e aggiriamo la baia di Dakhla, puntando al sud.
.
Niente di interessante da segnalare in questo paesaggio desolante; perlopiù la strada si snoda per centinaia di Km lontana dal mare. Non troppo, ma abbastanza da impedire l‘ accesso alla spiaggia per via del terreno sabbioso.
E‘ difficile trovare un posto dove fermarsi con un camper normale, non attrzzato per il 4×4.

A pomeriggio inoltrato, vicino a Ain Berda, dopo il Golfe de Cintra, ci fermiamo finalmente sull‘ unica spiaggia a cui possiamo accedere, dove c’è già un camper francese e un “ guardiano” che ci concede di restare a pernottare. Credo sia un avamposto militare, ma non sono sicuro.

Giovedi 04.02 Continuiamo il viaggio verso il confine con la Mauritania. Siamo alla ricerca di un posto segnalatoci: Cap Barbas.
Troviamo un villaggio, Bir Gandouz, ma niente indicazioni per il Capo. Proseguiamo per circa 20 Km, dopodichè ci fermiamo per pranzo.
Il punto più a sud da noi raggiunto in Marocco-Sahara Occidentale: GPS 21.9184604,-16.8727723
Torniamo al villaggio e finalmente ci indicano la strada giusta per la costa. E‘ un villaggio di pescatori; in realtà una vera baraccopoli. Di fianco tutto in costruzione nuovo di zecca: case, strade etc. Probabilmente finirà inutilizzato come molti altri visti in precedenza.
Ci addentriamo con una pista in mezzo alle baracche e troviamo un grande avvallamento, probabilmente un ex lago, dove stazionano altri 7 camper. Il posto appare interessante, molto ampio, ma non spettacolare. Le dune precludono ogni vista verso il mare.
Nicol, dopo la terapia con antibiotico,sembra migliorare. Continuiamo a pulirla e disinfettarla.

Il giorno dopo, esplorando la costa al di là delle dune, scopriamo un paesaggio fantastico.
Piccole splendide spiagge di sabbia bianchissima si susseguono una dopo l‘ altra. Separate da promontori rocciosi e aspri, battuti dal mare.
Anche Sabato altra passeggiata per esplorare un nuovo pezzo della costa; anche qui possiamo ammirare uno scenario fantastico, aspro e selvaggio. La sabbia cambia colore sovente, dal bianco al marrone chiaro. Vale davvero la pena di visitarle anche se richiede tempo e Km a piedi.
Domenica esploriamo un‘ altra parte. Circa 2 Km dal parcheggio e troviamo, dopo una splendida spiaggia bianchissima, una falesia in cui il mare ha scavato 2 enormi buchi penetrando all‘ interno.

Una dopo l‘ altra le falesie si susseguono, spesso scavate dalle onde che hanno creato dei bellissimi archi naturali. Alcuni di essi, col passare degli anni, sono crollati.

Veramente spettacolare. Sulla spiaggia i resti di una tartaruga di circa 1 metro.

Lunedi 08.02 Lasciamo questo splendido Cap Barbas.
Alla partenza il panico: il motore si accende, ma non va oltre i 7-800 giri/min. Sembra girare a 2 cilindri. Per questo abbiamo pensato subito a iniettori o valvole. Impossibili da riparare in loco.
Poi scopro che il filtro del gasolio, sostituito a Tarifa, perde da una guarnizione rotta del tappo di spurgo. Sospiro di sollievo perchè basta sostituirla e tutto va bene.

Dobbiamo fare più di 300 Km (!!!!!) per trovare una farmacia a Dakhla per l‘ antibiotico di Nicol. In questa landa desolata ci sono perlopiù solo militari e pochi altri, per cui è normale che nessuno apra una farmacia.
Giornata caldissima (circa 35°) con un vento torrido. E siamo in febbraio. Non voglio pensare come possa essere in estate.
Arriviamo in città a tardo pomeriggio. La presenza della Polizia è massiccia, probabilmente in previsione di un grande evento. Scopriremo nei giorni seguenti quale.
Ci fermiamo a pernottare sulle falesie della baia, prima dell‘ ingresso in città.

Martedi 09.02 L‘ evento speciale è la visita del Re Mohammed IV alla città. Lo sappiamo da un poliziotto che ci intima di spostarci nell‘ area camper autorizzata.
Per strada la Polizia ci ferma per avvisarci che non è consentita alcuna ripresa foto/cine in questi giorni. Forse ci hanno scambiato per giornalisti per via della scritta sul camper www.camper-news.

Cambio della bombola del gas e spesa in vari piccoli supermarket in previsione di sosta prolungata aspettando di richiedere il rinnovo del visto di soggiorno.
Al pomeriggio la strada principale viene chiusa al traffico per il passaggio del corteo reale e andiamo a visitare la parte sull‘ atlantico di questa penisola. Bella spiaggia e vento terribile.
Penso che, dopo il rifornimento d‘ acqua al solito camping, domani ci sposteremo qui per alcuni giorni.

Per la mappa dei posti visitati vedi il link:

Map Europe: https://www.camper-news.com/Unsere_Standorte/

Per il Marocco disponibile al link:

Map Marocco: https://www.camper-news.com/Unsere_Standorte/Marocco/

https://www.camper-news.com/Unsere_Standorte/West-Sahara/

Per le foto fatte da Belle nei posti visitati vi rimando come di consueto ai suoi Report:

https://www.camper-news.com/category/travel-facts/

https://www.camper-news.com/author/belle/

Km. 2016: 2.050 km

Km. Totali: 57.876 km

This Articel was read 490 times!

Print Friendly

You might be also interested in...

Baffo Grigio

Über Baffo Grigio

...la mia casa é ovunque...

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.

Bitte vervollständigen Sie das CAPTCHA *

Diese Website verwendet Akismet, um Spam zu reduzieren. Erfahre mehr darüber, wie deine Kommentardaten verarbeitet werden.