Marocco stressante

Zu hoch gibt es nicht in Marokko :o – kurz vor Massa

Alla fine di questo report vi spiego il perchè di questo titolo !!!!

Mercoledi 16.12 Purtroppo abbiamo finito l‘ acqua e dobbiamo muoverci. Peccato perchè il posto è incantevole e tranquillo come piace a noi: selvaggio e direttamente sulla spiaggia. Uno dei pochi trovati.


Con la N1 lungocosta, ammirando un gradevole paesaggio, sino a Imiouaddar dove troviamo un camping, l‘ 
Atlantica Park.

  . E‘ una grossa installazione moderma, suddivisa in piazzole abbastanza grandi separate da siepi e alberi, e con ottimi servizi; persino alcune docce apposite per i cani (11,50 € / dì Camper + 2 persone + cane). Presenti anche lavaggio camper e alcuni negozi, tra cui un pescivendolo, ristorante e bar.

.
Oggi giornata molto calda (28°) e senza vento.
Piccolo bucato e per Nicol (ahimè) una bella doccia. Alcuni camperisti stazionari stanno preparando le decorazioni natalizie. Massiccia la presenza di Finlandesi, Tedeschi e Francesi.

Giovedi 17.12 Pagato il camping e fatte alcune spese alimentari andiamo verso Agadir.
Con la N1, in parte costiera, con un bel panorama.
Diversi posti gradevoli dove fermarsi, ma ci serve un Supermarket per rifornimenti vari e tabacco.
All‘ ingresso in città ci fermiamo sul mare per pranzo. Poi alla ricerca di Mariane supermarket, dove facciamo una spesona.

Giriamo per un‘ ora in città in cerca di tabacco da pipa per me, inutilmente.
Cari amici che mi leggete, se siete come me fumatori di pipa, prendete nota: in Marocco risulta impossibile (a questo momento) trovare tabacco da pipa; quindi portatevi una bella scorta da casa.

O meglio ancora smettete di fumare.

Desistiamo perchè tardi e dirigiamo verso mare per pernottare. Prima con la N1 e poi con una secondaria fino a Tifnit dove troviamo a fine strada un piccolo parcheggio con guardiano che per 1 € ci assicura che possiamo sostare per la notte. In effetti, come promesso, quando arriva la Polizia con il lampeggiante acceso per sfrattarci (siamo in un parco naturale) dopo una breve confabulazione, lasciano correre e non ci disturbano.

Venerdi 18.12 Di nuovo in marcia. Prima ritorniamo alla N1. Poi verso sud per circa 40 Km, con una strada secondaria (talvolta pista sterrata) verso Massa e vari altri villaggi.
Alla fine raggiungiamo un villaggio turistico sul mare, Aglou Plage e ci fermiamo per pranzo.

Esplorando i dintorni troviamo l‘ accesso al Parco Naturale che si estende per tanti Km. lungocosta. Un bel cartello indica “No Camper”. Ci inoltriamo per un poco e troviamo un camper Ungherese di una giovane coppia. Ci dicono che nonostante il divieto, provano a pernottare, ma noi, memori della precedente sveglia a mezzanotte della Polizia, che ci ha consigliato di spostarci per sicurezza, preferiamo proseguire verso sud, lungo la litoranea sino a Sidi-Bou-Ifdail, dove in un ampio parcheggio di fronte ad uno strano complesso stazionano altri 6 camper.
L‘ indomani scopriremo che sono le mura con porta di accesso ad un nuovo complesso adibito a servire le numerose barche dei pescatori. Il vecchio complesso limitrofo è tutto in rovina.
Il parcheggio, un po‘ sopraelevato rispetto al mare, offre una splendida vista dell‘ Atlantico, di cui si odono le onde frangersi.
Una curiosità incontrata diverse volte: I camion sovente hanno un carico a dir poco curioso; non per la merce trasportata, ma per l‘ altezza di queste merci al di là di ogni regola. In Marocco niente è mai troppo alto!!!! (vedi foto odierna).

Procedendo verso sud il panorama si fa sempre più arido. Più marrone chiaro o terra di siena
e meno verde. Solo cespugli e qualche palma. La normale transizione verso il deserto del Sahara occidentale.

Martedi 22.12 Dopo alcuni giorni fermi, come al solito finisce l‘ acqua e dobbiamo ripartire, anche per pulire la cassetta WC; Purtroppo in questi giorni l‘ abbiamo usata molto.
Dico “purtroppo” perchè sia Isabelle (in forma lieve) che io ci siamo beccati una bella dissenteria. Nonostante tutte le precauzioni adottate relative all‘ acqua e al cibo.

Ripartiamo alla volta di Tiznit, cittadina abbastanza grande e vicina, dove per prima cosa acquistiamo subito qualcosa contro il nostro fastidioso malessere: antibiotico e Imodium. Presso un veterinario troviamo anche il Droncit per Nicol.

Dopo pranzo visita a 2 minisupermarket, piuttosto sforniti, per rifornimenti vari. Quindi passeggiata nella città antica dove troviamo centinaia di negozietti di carne, verdure e pane fresco.

Pernottamento al Camping International in centro città. Purtroppo stipati uno accanto all‘ altro, senza divisioni tra le piazzuole. (9,50 € per notte energia compresa). Ma è solo per una notte e per rifornirci d‘ acqua.
Devo rilevare che i camping a 3-4 € di una volta, come molti viaggiatori hanno scritto, oggi non esistono più.

Mercoledi 23.12 Sbrigate tutte le incombenze di rito (WC, Acqua, scarichi) ci fermiamo per pranzo presso un rivenditore di bombole gas.
Purtroppo la nostra bombola non si può scambiare e dobbiamo acquistarne una nuova (15,10 €). Quindi non è solo il colore che importa per lo scambio (come qualcuno erroneamente ha scritto!!), ma anche la marca. Speriamo che non sia così ogni volta che dobbiamo rifornirci.
.
Il tutto non è molto costoso, se pensi che in Italia solitamente paghi circa 30 € solo per la ricarica, ma qui costa solo 4 € circa.

Dopodichè ritorniamo alla costa con la R104 per proseguire per Mirleft. Il posto segnalatoci da amici probabilmente è stato soppiantato da un nuovo albergo sulla spiaggia !!
Torniamo indietro pochi Km per fermarci in un parcheggio sulla spiaggia che abbiamo visto precedentemente.

Controordine 1 ora dopo: una pattuglia, credo dell‘ esercito, ci informa molto gentilmente che il posto è interdetto alla sosta notturna e ci indica un‘ altro posto a circa 12 Km, dove pernottare.
Non lo troviamo e siccome sta facendo buio ci infiliamo in un camping nuovo di zecca: Mirleft Camping Erkounte Park (80 Dh + 25 Dh energia).
Forse una volta era uno spiazzo libero dove sostare. Il camping è molto grande, senza fronzoli o alberi, ma con servizi impeccabili.


Giovedi 24.12 Dopo i saluti di rito, di nuovo in strada alla ricerca di un gradevole posto dove passare i giorni di Natale. Non è un giorno speciale per entrambi, tuttavia è normale festeggiarlo.

A Legzira, presso un nuovo centro residenziale c‘ è un grande parking sterrato. Il custode ci invita a pernottare dentro in piccolo parcheggio del residence e offre anche acqua e toilette per 20 Dh al dì. C‘ è anche una pista sterrata e scoscesa da 4×4 che porta in basso verso mare.
Ma non ci proviamo perchè troppo scoscesa per noi.
Sosta per pranzo a Sidi Ifni che offre ben 4 campeggi in città. Ma noi cerchiamo dove stare al di fuori dei camping, quando possibile.
Acquistiamo pane fresco e pasticcini per Natale e ripartiamo, proseguendo con la strada costiera, stretta, tortuosa, ma asfaltata.

Proviamo alcune piste verso mare (povere sospensioni e gomme !!!) ed alla fine di una di queste ci fermiamo in un posto, presso il villaggio di Sidi-Ouarsik (secondo la mappa Michelin), a strapiombo sul mare con in fronte un‘ isola di rocce rosse.

Questo paesaggio mi ricorda molto San Juan de los Terreros in Spagna.

Ma……anche oggi controordine: ci informano che il posto scelto non è sicuro e ci segnalano un parcheggio poco distante con guardiano. Su queste piste che si intersecano non è facile trovarlo, ma alla fine ci riusciamo.
Il guardiano, veramente poco amichevole, ci nega il permesso di pernottare: andate in albergo !!!!
Cretino.
E ci segue sino a quando non imbocchiamo la strada del ritorno per Sidi Ifni.

Così siamo costretti a quest‘ ora a fare dietrofront per fermarci (di nuovo) in un camping (7.50€ compreso energia).

In Marocco la ricerca di posti dove stare Wild sta diventando veramente stressante. Non riusciamo a comprendere dove i fans di questo Paese hanno trovato questi posti.
Mi ricorda molto l‘ esperienza in United Kingdom del 2012. Stesso stress giornaliero per un‘ area di sosta libera.
Questo il significato del titolo di apertura.

 Per la mappa dei posti visitati vedi il link:

Map Europe: https://www.camper-news.com/Unsere_Standorte/
Per il Marocco disponibile al link:
Map Marocco:
https://www.camper-news.com/Unsere_Standorte/Marocco/


Per le foto fatte da Belle nei posti visitati vi rimando come di consueto ai suoi Report:

https://www.camper-news.com/category/travel-facts/
https://www.camper-news.com/author/belle/

Km. 2015: 10.707 km
Km. Totali: 55.629 km

This Articel was read 799 times!

Print Friendly

You might be also interested in...

Baffo Grigio

Über Baffo Grigio

...la mia casa é ovunque...

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.

Bitte vervollständigen Sie das CAPTCHA *

Diese Website verwendet Akismet, um Spam zu reduzieren. Erfahre mehr darüber, wie deine Kommentardaten verarbeitet werden.