…e adesso siamo in quattro !!!

Lucky räkelt und streckt sich - Nagylak – Hungary

Km. dal 01.01.19 e i Km. totali dal Luglio 2011 per ogni tappa.

Mercoledi 03.07 Un criminale capitano di qualche petroliera ha lavato i serbatoi, scaricando in mare i residui di solvente. Una chiazza bianca invade tutta la baia.

Giovedi 04.07 Anche oggi siamo costretti a tornare a Balcik in quanto c‘ è l‘ unico Lidl in zona. Incredibile per un supermarket come questo: non hanno nessun tipo di tea nero normale. Solo aromatizzati alle erbe varie !!!!! Spesa per la settimana e poi dopo il pranzo rifornimento d‘ acqua presso la vicina chiesa. Quindi alla scoperta di 3 nuovi posti segnalati da sito apposito. Un po‘ verso nord: il 1° è troppo alto sulla scogliera a picco; il 2° è sovraffollato ed il 3° a Krapez risulta ottimo per noi. Una lunga spiaggia servita da una strada sterrata e sabbiosa, ma percorribile. Non è facile trovare un posto, perchè fuori dalla strada perlopiù è sabbioso e soffice. Ma alla fine troviamo dove sistemarci, quasi in piano. Ci sono molte roulotte e tende e qualche camper, ma lo spazio è tanto. GPS 43.652746,28.567996

Km. 5.150 98.995

Martedi 09.07 Dopo il rifornimento acqua al cimitero, ripartiamo per la Romania .

Stesso problema della frontiera tra Grecia e Bulgaria. 40 minuti di coda per il controllo dei passaporti ed ispezione della Dogana a bordo. Nello stesso ufficio ci sono dentro funzionari Bulgari e Romeni: si passano i documenti (passaporti e camper) l‘ un l’altro facendo un doppio controllo ai computer. Non ho parole.

Subito appresso acquistamo la Rovinieta nell‘ apposito ufficio di Frontiera (16 € x 30 gg). Nonostante il logo Visa sia ben esposto, accettano solo contanti. Bah.

Dopo il pranzo arriviamo a Mangalia. Facile trovare il negozio Vodafone, facile parcheggiare proprio di fronte alla porta, facile l‘ acquisto di una Sim Card Romania, buono il prezzo: 100 Gb x 28 gg x 14 €). Ma il gestore molto esperto ci impiega 1 ora per riuscire ad attivarla in quanto non ne vuole sapere di funzionare sul nostro Router. Alla fine ci riesce. Aleluja !!!

Dopo vana ricerca ci fermiamo a bordo strada a Costinesti, alti sulla costa. GPS 43.972755,28.655223

Km. 5.218 99.063

Mercoledi 10.07 Proseguendo verso nord, passiamo Constanza, grossa cittadina con grande porto ed insediamenti petroliferi.

La aggiriamo con l‘ autostrada per poi tornare indietro a visitare uno stretto istmo tra laguna e mare che ricorda molto La Manga del Mar Minor (E). Un edificio dopo l‘ altro, molti in costruzione, ma non posti adatti a fermarci.

Dopo il pranzo proseguiamo sino ad Istria, sito archeologico con bar e parking. GPS 44.545956,28.770850

Inutile lungo strada la ricerca presso altro grosso supermarket del normalissimo Tea nero. Sia in Bulgaria che Romania non è in vendita !!!!!!

Per strada facciamo riempire la nostra bombola gas greca col GPL senza problemi. Viene utile (anzi indispensabile) un adattatore che da 5 anni mi chiedo a cosa possa servire.

A sera piove a dirotto e la temperatura scende a picco a circa 18°.

Km. 5.346 99.191

Giovedi 11.07 Ancora a nord per esplorare il delta del Danuibio. Ma non troviamo nulla di interessante. Kilometriche distese di girasoli e grano in un paesaggio leggermente ondulato. Arriviamo quasi sino al confine con l‘ Ukraina e poi facciamo pranzo.

La costa Romena del Mar Nero si è rivelata una vera delusione.

Quindi decisione di iniziare davvero il nostro ritorno verso l‘ Italia.Sino a tardo pomeriggio alla ricerca di un posto dove fermarci. Alla fine sostiamo per la notte in un parking defilato a Horia. GPS 44.633008,28.122155

Km. 5.596 99.441

Venerdi 12.07 Proseguiamo tutta la giornata. Passiamo il Danubio a Cernavoda con un grande ponte. Il fiume è davvero imponente.

Un pezzo di autostrada a pagamento (non so perchè la usiamo) sino a Fetesti, poi con strada normale viriamo un po‘ verso nord. Spesa al Lidl di Slobotia.

Inutile ricerca di un posto dove fermarci per alcuni giorni. Strade diritte per Km e niente altro !!!

Ci fermiamo a Malù nel grande parking di un ristorante abbandonato. GPS 44.650416,26.819855

Frequenti i carri trainati da un cavallo, alcuni pittoreschi e molti con ….la targa. Come i veicoli !!!!.

Km. 5.765 99.610

Sabato 13.07 Di nuovo in strada. La Romania stà diventando stressante. Proseguiamo tutto il giorno solo per cercare un posto dove fermarci, senza nulla da vedere.

Andando verso est arriviamo a Ploiesti all‘ ingresso del quale c‘ è un grande centro commerciale con Carrefour. Finalmente troviamo il tea nero e della marca da noi preferita (Twinings).

Davanti a noi si intravede la catena delle Alpi della Transilvania. Cominciamo a salire sino a 350 mt.slm e ci fermiamo a Campina in mezzo al verde, vicini ad un fiume. GPS 45.100853,25.750506

Temperatura a 17° (a metà Luglio non è accettabile !!!!). Ci fermiamo 1 giorno a riposare.

Km. 5.898 99.743

Lunedi 15.07 Giornata di pioggia battente. Peccato che valichiamo le Alpi Transilvaniei ed i Monti Fagarasului senza vedere nulla. (cime di 2200-2500 mt coperte dalle nuvole basse).

Saliamo sino a circa 1000 mt slm in foreste magnifiche, passando vari villaggi (con code Kilometriche) turistici.

Passata Brasov cerchiamo un laghetto balneabile, ma è chiuso !!

Quindi proseguiamo sino a Fagaras e ci fermiamo nel parking del castello. GPS 45.844745,24.974336

Km. 6.046 99.891

Martedi 16.07 Proseguiamo verso est ed a Sibiu deviamo verso nord con una strada secondaria.

Cerchiamo un laghetto privato dove puoi sostare e pescare, a pagamento di 20 Lei (4,50€) al giorno (località Ocna Sibilioui). Per noi è OK. GPS 45.887563,24.084961

Quiete assoluta talvolta disturbata dal passaggio di un treno nelle vicinanze. Non c’è tanto posto dove parcheggiare, ma per noi lo troviamo.

La sosta presso il lago è rilassante. Mi assale un ondata di ricordi di circa 25 anni fa, perchè questo posto mi ricorda molto il lago di Pianfei (CN – Italia). La casa di pesca, il verde tutto attorno, il panorama.

Km. 6.142 99.987

Sabato 20.07 Torniamo a Sibiu per prendere la strada principale verso Arad.

Per strada ci fermiamo presso 2 Lidl per fare spesa e poi proseguiamo sino a Orastie. Ci attrae una grossa pubblicità di Arsenal Park, ricco di residuati bellici in mostra, ma non possiamo accedere col camper.

Ci fermiamo in uno spiazzo vicino e quando mi fermo trovo una bella vite conficcata in una gomma anteriore. Speriamo che non buchi la gomma, ma preferisco non rimuoverla. GPS 45.839965,23.163828

Per strada abbiamo fatto gas ad una stazione di servizio, ma non hanno riempito la bombola completamente. Pazienza.

Per ben due volte alle staz. di servizio chiediamo di fare acqua, ma ci viene rifiutata. In Romania questo è davvero un grosso problema.

Per strada non ci sono fontane di nessun genere; solo pozzi col relativo secchio !!!!

Oggi ho superato i 100.000 Km dalla partenza nel Luglio 2011.

Km. 6.254 100.099

Domenica 21.07 Passiamo la giornata su è giù alla ricerca di un posto: prima una fantomatica AreaSosta (inesistente), poi 3 campeggi che risultano chiusi. Tutto ciò semplicemente perchè ci serve acqua !!!!

Alla fine torniamo a Aurel Vlaicu, dove avevamo visto che c‘ è un camping. GPS 45.914808,23.279384

Abbastanza spartano, su prato (16 €/dì). Ma finalmente possiamo riempire i serbatoi.

Km. 6.409 100.254

Lunedi 22.07 Oggi dedichiamo la giornata alle riparazioni urgenti: primo obiettivo la Fiat di Deva, dove dopo insistenza (sono troppo occupati) ci cambiano le pastiglie dei freni anteriori che da alcuni giorni fanno un rumore osceno. Lavorano ferro su ferro !!!! In 10 minuti arrivano le pastiglie nuove. Incredibile. Il prezzo risulta conveniente: 66€ (in Italia avevo pagato più del doppio). GPS 45.857535,22.944836

Di fronte c‘ è un grosso gommista e carGlass. Fortuna vuole che estraggono la vite e sembra non abbia forato completamente. Vista l‘ occasione faccio sostituire la gomma posteriore che per emergenza avevamo installato usata in Grecia (ma di profilo diverso dalle altre). L‘ hanno pronta a magazzino. Anche qui il prezzo è buono: 98 € montata (molto meno che in Italia). Niente da fare di riparare il freno a mano che stamani si è rotto.

Dovrò provare a risolvere da me.

Poi ci fermiamo a pochi Km lungo il fiume Strei vicino a Simeria Veche, che ieri avevamo intravisto dalla strada. GPS 45.834270,23.047001

Km. 6.453 100.298

Venerdi 26.07 Ieri sera, una bambina di 8-9 anni di nome Ariana,veramente graziosa (con lo strabismo di Venere e le lentiggini), ci ha portato un gattino di circa 1 settimana di età.

Da tempo lo volevamo, anche se questo è davvero piccolo !!! Immediata alimentazione di brodo di pollo che avevamo preparato per Nicol. E domani si vedrà.

Così al mattino, è vera fortuna, troviamo sulla nostra strada una Clinica Veterinaria, che ci fornisce un prodotto specifico per questa età. Dorme, grida, mangia, caga e dorme.

Nicol sembra un po‘ gelosa, ma non pericolosa.

Dopo alcuni tentativi a vuoto di fermarci lungo il fiume Mures, ci parcheggiamo per la notte in un grande spiazzo sterrato a Odvos. GPS 46.110633,21.818110

Km. 6.584 100.429

Sabato 27.06 Prima incombenza alla sveglia, è nutrire il gatto che reclama (successivamente ogni 2 ore circa, anche se Belle vorrebbe pomparlo).

Proseguiamo la nostra strada verso l‘ Ungheria visitanto alcuni posti dove potremmo fermarci; ma la strada verso il fiume risulta non transitabile per noi a causa di un ponte di H=2,40 mt.

Ma dopo il pranzo a pochi Km troviamo un altro posto sul fiume Mures, veramente gradevole e poco frequentato (località Pecica). GPS 46.149770,21.052223

Ci fermeremo alcuni giorni prima di passare il comfine per sbrigare alcune incombenze in Internet. Vodafone Romania sembra non funzionare in roaming all‘ estero, come potremo appurare in seguito.

Caso unico in Romania: in questo villaggio troviamo ben 2 fontane !!!! GPS 46.163456,21.069253

Riceviamo la visita del direttore del Parco Naturale; molto cordiale, in ottimo inglese, ci informa che possiamo restare quanto vogliamo e che in Arad stanno aprendo una AreaSosta Camper con acqua e servizi

.

Il 29.07 Il gattino apre gli occhi, anche se non vede niente per il momento.

Km. 6.664 100.509

Martedi 30.07 Partenza per l‘ Ungheria. Prima della frontiera, vicino a Nadlac facciamo sosta in un area di servizio per ricaricare una bombola del gas e acquistare la Vinieta per l‘ Ungheria (molto cara € 31,50 x 10 gg in cat. D2).

Alla frontiera solito doppio controllo passaporti; il poliziotto rumeno ci fa un po‘ di storie per via del passaporto di Belle scaduto, ma dopo ci lascia passare. Nessun problema al controllo Ungherese; anche la dogana è solo formale. E continuo a chiedermi: ma non dovevano essere eliminate le frontiere in EU ????

Dopo il pranzo raggiungiamo Szeged per acquiso di una Sim ungherese in Vodafone (15€ x 30 gg x 5 Gb) in un grosso centro commerciale. L‘ area dove vogliamo sostare è in una zona chiusa al traffico diurno dalle 6 alle 20.

Quindi proseguiamo sino a Morahalom e ci fermiamo in una stradina chiusa vicino al Mini Ungheria Park, ricco di riproduzioni in miniatura di importanti edifici ungheresi. GPS 46.222461,19.903698

Km. 6.788 100.633

CONSIDERAZIONI SULLA ROMANIA:

C‘ è un profondo contrasto tra le zone turistiche sul Mar Nero e quelle rurali dell‘ interno, che abbiamo attraversato da est ad ovest. Adesso i trattori per l‘ agricoltura sono molto diffusi, ma spesso incontri carri trainati da un cavallo. Strana cosa vediamo molte auto con la guida a destra. In questo Paese non si trovano fontane per strada e quindi risulta difficoltoso approvigionarsi. Solo a Pecica ne troviamo 2, per il resto solo pozzi con il secchio !!! Le strade perlopiù sono in buone condizioni e bel segnalate. Particolare curioso: I ponteggi in tubi di ferro per le costruzioni e la loro manutenzione sono sconosciuti; usano ancora farli tutti in legno. Pochissimi i camper incontrati. Il direttore del Parco Naturale di Pecica, molto cordiale, in ottimo inglese, ci informa che possiamo restare quanto vogliamo e che in Arad stanno aprendo una AreaSosta Camper con acqua e servizi. La mentalità è buona verso questo tipo di turismo e speriamo che non la cambino e che ne traggano profitto.

Mercoledi 31.07 Avendo cambiato il fuso orario, ci svegliamo più presto del normale. Solito biberon per il gattino e dopo colazione proseguiamo.

Prima verso Ovest sino a Bataszek. Attraversiamo il Danubio, anche qui molto grande e poi verso nord. A pomeriggio ci fermiamo nel Parco Naturale di Duna-Drava Nemzeti (Gemenc) a Keselius (o Őcsény) in un grande parking sterrato con un grande bar chiuso.

Area naturale molto gradevole con il fiume Siò vicino. Anche se non balneabile perchè ricoperto di alghe.

Staremo anche domani. GPS 46.329213,18.851845

Km. 6.909        100.754

Per la mappa dei posti visitati vedi il link: https://www.camper-news.com/maps/

https://www.camper-news.com/googlemaps

Per ognuno di questi posti puoi avere tutte le informazioni che abbiamo raccolto.

Per le foto fatte da Belle nei posti visitati vi rimando come di consueto ai suoi Report:

https://www.camper-news.com/category/travel-facts/

https://www.camper-news.com/author/belle/

Km. 2019: 6.909 Km. totali dal 2011: 100.754

Camper-news.com è finanziato da amici come te!

La sua consultazione è completamente gratuita e senza pubblicità.

Se apprezzi il nostro sito o ti è stato utile per i tuoi viaggi, considera l’idea di fare una donazione. Il modo più efficace per sostenere il futuro del nostro sito è fare una donazione. Con questo link vai direttamente alla pagina per donare.

Ci farebbe piacere anche conoscere le tue impressioni riguardo al nostro sito. Mandaci una Email.

This Articel was read 73 times!

Print Friendly

You might be also interested in...

Baffo Grigio

Über Baffo Grigio

...la mia casa é ovunque...

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.

Bitte vervollständigen Sie das CAPTCHA *

Diese Website verwendet Akismet, um Spam zu reduzieren. Erfahre mehr darüber, wie deine Kommentardaten verarbeitet werden.